USA

 
 

Usa: giudice, avvocati Trump dicano se ritengono che autorità abbiano mentito su documenti Mar-a-Lago

Washington, 22 set 22:32 - (Agenzia Nova) - Raymond Dearie, il giudice incaricato di svolgere la perizia indipendente sui documenti sequestrati dal Federal Bureau of Investigation (Fbi) dalla residenza di Donald Trump a Mar-a-Lago, in Florida, ha chiesto agli avvocati dell’ex presidente Usa di “chiarire ufficialmente se ritengono che gli agenti abbiano mentito sul grado di segretezza dei materiali sottoposti a sequestro”. Il giudice, nominato all’incarico di perito speciale dalla collega Aileen Cannon, ha chiesto allo staff di Trump di chiarire entro il 30 settembre “se ritengono che le autorità abbiano descritto in maniera errata i documenti sequestrati”, alcuni dei quali, secondo il dipartimento della Giustizia, sarebbero classificati. Agli avvocati è stato chiesto anche di precisare “eventuali incongruenze” tra i materiali portati via dalla villa e quelli che sarebbero stati effettivamente in possesso dell’ex presidente degli Stati Uniti. In precedenza, Trump ha affermato che l’Fbi avrebbe “piazzato” documenti e materiali all’interno della residenza di Mar-a-Lago durante la perquisizione effettuata lo scorso 8 agosto. “Si tratta dell’ultima occasione per disputare ufficialmente quanto è stato descritto nell’inventario degli oggetti sequestrati pubblicato dalle autorità”, ha scritto Dearie. (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE