EGITTO

 
 

Egitto: presidente parlamento, risoluzione Bruxelles su Regeni "costruita con articoli di giornale"

Il Cairo, 18 apr 2016 16:49 - (Agenzia Nova) - La risoluzione approvata dal parlamento europeo lo scorso 10 marzo sul caso di Giulio Regeni, il dottorando italiano dell'Università di Cambridge ucciso in Egitto dopo aver subito torture, è stata realizzata seguendo le informazioni apparse sulla stampa: lo ha detto oggi il presidente della Camera dei Rappresentanti dell’Egitto, Ali Abdel Al, nel corso di una seduta pubblica, nell'ambito della visita al Cairo del presidente francese, Francois Hollande. Secondo alcuni media locali come "Youm7", il capo dello Stato francese potrebbe parlare in aula davanti ai deputati egiziani. Allo stato attuale, tuttavia, non è chiaro se Hollande prenderà la parola. Nel suo intervento, il presidente dell'assemblea legislativa egiziana ha ripreso i concessi espressi nei giorni scorsi dal capo dello Stato, Abdel Fatah al Sisi, secondo cui nel paese sarebbe in atto un tentativo di rovesciare le istituzioni dall’interno. Gli eurodeputati hanno approvato lo scorso 10 marzo una risoluzione parlamentare, passata con 588 voti favorevoli, dieci contrari e 59 astensioni, che chiede al Cairo piena cooperazione per far luce sul caso Regeni e critica i paesi membri dell'Unione Europea che hanno “chiuso un occhio” sui sistematici abusi contro i diritti umani ad opera delle autorità egiziane. Nel documento i parlamentari europei chiedono inoltre che il governo del Cairo "fornisca alle autorità italiane tutti i documenti e le informazioni necessarie per consentire il rapido sviluppo di un'indagine congiunta, trasparente e imparziale, sul caso Regeni". L'organo Ue ha inoltre espresso "grave preoccupazione" per la possibilità che il caso del ricercatore italiano non rappresenti un episodio isolato.
(Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE