LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: il governo “orientale” di Bengasi accoglie con favore l'operazione europea “Irini” (2)

Bengasi, 26 apr 2020 17:00 - (Agenzia Nova) - Il 23 aprile scorso, il premier del Governo libico di accordo nazionale (Gna), Fayez al Sarraj, aveva annunciato il suo rifiuto dell'operazione europea "Irini". "Il Gna non è stato consultato come previsto dalle risoluzioni del Consiglio di sicurezza", ha detto Al Sarraj in una lettera indirizzata al massimo organismo delle Nazioni Unite. Il premier libico aveva spiegato che l'operazione dell'Unione europea, a sui dire, "omette il monitoraggio delle frontiere aeree e terrestri orientali della Libia", sotto controllo del rivale Haftar. Al Sarraj ha anche inviato un'altra lettera al Parlamento europeo sull'operazione Irini, informandolo "dell'opposizione del Gna al piano dell'Unione europea di monitorare l'embargo sulle armi". Il governo di Tripoli è “dispiaciuto per questo passo", aveva detto ancora il presidente del Consiglio presidenziale al Parlamento europeo. "Ci aspettavamo che i paesi limitrofi europei attuassero la risoluzione del Consiglio di sicurezza 1970 (2011) relativa al divieto di approvvigionamento di armi in Libia. Non ci aspettavamo che i paesi dell'Unione Europea non distinguessero tra aggressore e vittima, schierandosi con l'aggressore e stringendo la morsa sul Gna". (segue) (Bel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE