KOSOVO-ITALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Kosovo-Italia: ambasciatore De Riu a “Nova”, sosteniamo integrazione Ue ma serve impegno costruttivo 

Pristina, 07 dic 2021 12:11 - (Agenzia Nova) - L’Italia ha investito “in maniera ingente” sul Kosovo, anche dal punto di vista finanziario, per cui continuerà a sostenere lo sviluppo e l’integrazione europea del Paese da cui si aspetta un impegno “costruttivo” su riforme e dialogo con la Serbia. Lo ha dichiarato l’ambasciatore italiano in Kosovo, Antonello De Riu, in un’intervista ad “Agenzia Nova”. De Riu - tornato in Kosovo da ambasciatore a fine settembre 2021, dopo esservi stato come diplomatico per alcune missioni tra la fine degli anni Novanta e l’inizio del Duemila - ha riscontrato una significativa evoluzione dal punto di vista socio economico compiuta in questo arco temporale dal giovane Paese balcanico, auspicando un maggior numero di visite all’estero da parte dei ministri kosovari anche al fine di fornire “un’immagine diversa” del Kosovo rispetto a quella legata al passato conflittuale. Il Kosovo sembra anche riuscito a gestire meglio di altri Paesi della regione la diffusione della pandemia del Covid-19, seppure bisogna continuare ad insistere sulle vaccinazioni visto che, al 4 dicembre, il 42,7 per cento dei cittadini risulta vaccinato con la seconda dose. La pandemia ha avuto un impatto anche sulle relazioni commerciali bilaterali tra Italia e Kosovo che, secondo l'ambasciatore, rimangono "nel complesso positive". “Secondo i dati provvisori dell’Istat - ha osservato De Riu -, nel primo semestre del 2021, l’interscambio commerciale tra Italia e Kosovo è stato pari a 100 milioni di euro, un incremento del 106 per cento rispetto al primo semestre del 2020. Nel 2020 l’interscambio bilaterale è ammontato a 133 milioni di euro, con una diminuzione del 9,9 per cento rispetto al 2019, diminuzione dovuta principalmente agli effetti della prima serrata nei due Paesi ed in Europa in generale. Certamente, quello economico è il settore dove la nostra cooperazione registra le prospettive di crescita più interessanti. E mi riferisco non solo all’incremento delle esportazioni e delle importazioni di beni quanto alla possibilità, per gli investitori italiani, di puntare sul mercato kosovaro, che presenta interessanti complementarietà con la nostra economia: penso alla tassazione favorevole, al costo del lavoro relativamente basso, alla presenza di manodopera giovane e qualificata”.      (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE