LIBIA

 
 

Libia: Ue annuncia sanzioni contro politici che ostacolano processo di pace

Bruxelles, 01 apr 2016 13:49 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio dell’Unione europea ha deciso oggi di imporre sanzioni nei confronti di tre personalità libiche accusate di minare il processo di pace in Libia. Lo ha reso noto un comunicato stampa diffuso da Bruxelles. Le sanzioni includono il congelamento dei beni e il divieto di viaggio nei confronti di Khalifa al Ghweil, primo ministro del “governo di salvezza” non riconosciuto di Tripoli; il presidente del Congresso generale nazionale di Tripoli, Nuri Busahmein; il presidente della Camera dei rappresentanti con sede a Tobrul, Aguila Saleh. Le sanzioni sono entrate in vigore questa mattina. Da tempo l’Unione europea stavava vagliando l’ipotesi di imporre sanzioni contro singole personalità accusate di ostacolare la riconciliazione nazionale libica, ma ha più volte fatto un passo indietro nel timore di minare gli sforzi delle Nazioni Unite volti a creare un governo di unità nazionale. Adesso che il Consiglio di presidenza del governo di unità nazionale guidato dal premier incaricato, Fayez al Sarraj, si è insediato a Tripoli non vi era più necessità di attendere: da qui la decisione di imporre le sanzioni contro al Ghweil, Busahmein e Saleh. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE