ITALIA-ROMANIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Italia-Romania: ambasciatore Bologan a "Nova", ottimi rapporti a livello politico, economico e culturale (3)

Roma, 14 lug 2017 12:24 - (Agenzia Nova) - Uno dei cardini del legame fra Italia e Romania e l’appartenenza all’Unione europea, anche in questa fase in cui l’Ue sta affrontando sfide importanti. “È vero che viviamo un momento senza precedenti, in cui l’Unione Europea si confronta con una sorta di “crisi esistenziale”, a causa delle difficoltà economiche, ampliate poi da una crisi di fiducia dei cittadini europei, nella capacità dell’Europa di trovare risposte concrete alle sfide attuali. Assistiamo ora all’aumento del populismo a livello europeo e a una sfida completamente nuova che l’Europa deve affrontare: l’uscita del Regno Unito dall’Ue”, ha detto Bologan. “Allo stesso tempo, è anche vero che, con le recenti elezioni nei Paesi Bassi, in Francia e nel Regno Unito, possiamo sperare che il picco della crisi sia stato superato. È giunto il momento di dimostrare però, di fronte ai cittadini che hanno scelto ancora una volta di credere nell’Europa, che non c’è alternativa valida al progetto europeo. Bisogna riformare e consolidare l’Unione europea, e i nostri leader hanno manifestato ancora una volta la loro determinazione per farlo, proprio a Roma, in occasione dell’anniversario dei sessant’anni dalla firma dei Trattati”, sostiene il rappresentante diplomatico romeno. “Credo, e sostengo in tutti i miei incontri e interventi quest’idea, che c’è bisogno di parlare sempre di più negli spazi pubblici dei benefici dell’Ue per la nostra gente, di pensare a un corso di storia della cultura e della civiltà europea, che sia insegnato secondo un unico programma in tutti i paesi membri. In tal modo riusciremo a consolidare una più profonda coscienza europea”, afferma Bologan, secondo cui Bucarest “è pienamente impegnata negli sforzi di rafforzamento del progetto europeo. Per la Romania, l’appartenenza a un’Unione che mira all’approfondimento dell’integrazione e della solidarietà, capace di produrre soluzioni consensuali, in pieno accordo con i suoi principi costitutivi, rappresenta un interesse strategico. Gli stati membri devono rimanere uniti e determinati, ora più che mai, per riconquistare la fiducia dei cittadini, garantendo loro migliori prospettive di sviluppo”. (segue) (Les)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE