LIBIA-ITALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia-Italia: Salvini sceglie Tripoli e il tema dei flussi migratori per la sua prima visita all'estero (7)

Tripoli, 25 giu 2018 16:43 - (Agenzia Nova) - Alcuni timidi passi in avanti nella sicurezza del confine libico meridionale, in realtà, sono già stati fatti. Il 31 maggio i ministri degli Esteri di Ciad, Libia, Niger e Sudan hanno firmato un protocollo di cooperazione securitaria a N’Djamena, Ciad. Il protocollo prevede l’istituzione di pattuglie miste per presidiare i confini desertici tra i quattro paesi, così come la creazione di un centro di comando e controllo per dirigere le operazioni. Un organo intergovernativo terrà riunioni periodiche per valutare i progressi delle operazioni, con la possibilità di usufruire di assistenza e supporto di paesi terzi. Tuttavia, la commissione Esteri del parlamento libico di Tobruk (nell’est del paese) ha respinto l'accordo sulla gestione e il controllo dei confini del sud della Libia firmato dal ministro degli Esteri di Tripoli, Mohammed Siyala. La commissione ha fatto sapere in una nota che "qualsiasi accordo venga firmato dal Governo di accordo nazionale con altri paesi è da respingere in quanto non firmato da istituzioni riconosciute dalla legge e dalla Costituzione libica". Poco prima il governo non riconosciuto libico di Baida aveva fatto sapere che le sue forze non intendono rispettare l'accordo firmato in Ciad. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE