ENERGIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Energia: crisi fra Iran e Arabia Saudita influenza le quotazioni petrolifere fra ipotesi di crisi degli approvvigionamenti e guerra su quote di produzione (5)

Roma, 04 gen 2016 19:10 - (Agenzia Nova) - Per tutto il 2015 il comparto petrolifero è stato caratterizzato da una situazione di stallo con valutazioni al ribasso che hanno sfatato tutte le previsioni rialziste effettuate dagli analisti. Nonostante gli appelli da parte dei membri più deboli dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec), in particolare Algeria, Venezuela, Angola e Iran rispetto ad una revisione delle quote di produzione, Riad e altri paesi del Golfo hanno proseguito ad aumentare la propria offerta. Nel mese di novembre l'Arabia Saudita ha prodotto 10,2 milioni di barili di petrolio al giorno, pari all’11 per cento della produzione mondiale, secondo quanto riportato da un rapporto dell'Agenzia internazionale per l'energia. Da parte sua l’Iran ha prodotto 2,9 milioni di barili, ma come già annunciato più volte dal suo ministro del Petrolio, Bijan Zangeneh, la volontà del governo è quella di l’output di 500 mila barili al giorno, non appena verrà applicato l’accordo sul nucleare iraniano firmato lo scorso 14 luglio a Vienna che prevede la cancellazione delle sanzioni economiche contro Teheran. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE