NATO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Nato: trattato Inf e missioni all'estero al centro della prima ministeriale con la "Macedonia del Nord" (12)

Bruxelles, 14 feb 2019 16:40 - (Agenzia Nova) - Nella seconda giornata, c'è stata anche una sessione dedicata alla cooperazione Nato-Ue e agli sforzi dell'Ue in materia di difesa. "Fatto nel modo giusto, gli sforzi dell'Ue possono rafforzare il pilastro europeo nella Nato e condurre a una condivisione degli oneri più equa. Ma, naturalmente, gli sforzi dell'Ue in materia di difesa non possono sostituire la Nato. Quindi dobbiamo garantire che i nostri sforzi si integrino e non entrino in concorrenza tra loro", ha detto Stoltenberg. In questa sessione di lavoro congiunta con l'Alto rappresentante dell'Ue per la politica estera e di sicurezza Federica Mogherini e i ministri della Difesa Jussi Niinistö dalla Finlandia e Peter Hultqvist dalla Svezia, gli alleati hanno accolto con favore il maggiore impegno dell'Unione europea per la difesa come mezzo per rafforzare la Nato. Il segretario generale ha chiesto una cooperazione più stretta in materia di spese per la difesa, nuove capacità, mobilità militare e "garantendo il massimo coinvolgimento possibile degli alleati della Nato non appartenenti all'Ue". Mogherini ha informato i ministri del lavoro svolto nella difesa europea nell'Unione europea e sullo stato di avanzamento della cooperazione strutturata permanente, dei progetti realizzati, dei lavori per rafforzare la capacità degli Stati membri dell'Unione europea. Mogherini ha detto di aver sempre partecipato alle riunioni dei ministri della difesa e degli esteri della Nato perché per lei "è un dovere istituzionale, ma anche una priorità politica investire in una forte cooperazione Ue-Nato". (segue) (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE