VISEGRAD

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Visegrad: gruppo V4 resta saldo nonostante questione Tusk, si rafforza asse Ungheria-Polonia (3)

Varsavia, 21 mar 2017 16:52 - (Agenzia Nova) - In tale ottica, dunque, Orban - il cui partito di centrodestra Fidesz fa parte del Partito popolare europeo (Ppe), la cui indicazione era quella di votare a favore di Tusk -, ha fatto la scelta pragmatica di non attaccare le élite europee "in tutto e per tutto", rischiando di perdere la propria "casa politica" nell'Ue, ma ha piuttosto voluto tenersi altre carte da giocare in future circostanze per opporsi alla politica di immigrazione europea. Inoltre, se il governo di Budapest non si è schierato a fianco di Varsavia su Tusk, non farà certo mancare alla Polonia il suo sostegno in seno alla Commissione europea, su questioni ben più importanti rispetto alla rielezione di colui che viene definito senza mezzi termini un "presidente-marionetta di Berlino" in "un'Unione moribonda". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE