SPECIALE DIFESA

 
 

Speciale difesa: Mulè, sovranità condivisa in Ue passa da politica estera e di sicurezza comune

Roma, 21 set 13:00 - (Agenzia Nova) - Il sottosegretario alla Difesa, Giorgio Mulè, ha segnalato che "quanto avviene nel Mediterraneo, quanto avviene sulla rotta balcanica avviene in Europa, non in Italia, in Grecia, in Slovenia. Come affrontare le attuali emergenze?". Nel suo intervento in occasione dell'apertura del Meeting di Roma del gruppo del Ppe al Parlamento Ue, l'esponente dell'esecutivo ha aggiunto: "Un obiettivo, tre strade: l'obiettivo è sostenere la dimensione esterna dell'immigrazione. Le strade sono rafforzare ed integrare uno strumento che già esiste, il Neighbourhood, development and international cooperation instrument (Ndci), promuovere un Piano Marshall per l'Africa che prevede investimenti nei Paesi d'origine per creare condizioni di sviluppo economico e industriale e un grande piano europeo per l'Afghanistan che abbracci iniziative a tutto campo, in tutti i settori essenziali". Per Mulè, "l'Europa, se davvero vorrà dare una risposta comune ed efficace al problema migratorio, non dovrà più rincorrere le emergenze, ma agire da attore protagonista e autonomo. La 'sovranità condivisa' nell'Unione passa necessariamente da una politica estera e di sicurezza comune: in gioco c'è la credibilità internazionale della nostra Unione, del nostro consorzio di 'nazioni libere'". (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE