COVID

 
 

Covid: Draghi, Italia offrirà 45 milioni di dosi per Paesi in via di sviluppo

Roma, 22 set 20:28 - (Agenzia Nova) - L'Italia offrirà 30 milioni di dosi di vaccino per i paesi in via di sviluppo entro fine anno, raggiungendo così i 45 milioni di dosi offerte, e come presidenza di turno del G20 intende lavorare per il coordinamento della risposta globale. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Mario Draghi nel suo intervento al “Global Covid-19 Summit: Ending the Pandemic and Building Back Better Health Security to Prepare for the next”, appuntamento internazionale promosso dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden con l'obiettivo di rilanciare l’impegno comune nella lotta al Covid-19. "L'evento di oggi è un buon esempio di quello che il multilateralismo può fare" per promuovere una risposta collettiva alla crisi sulla base di principi comuni, ha detto Draghi, ricordando che a maggio scorso l'Italia ha destinato 15 milioni di dosi di vaccino al resto del mondo. "Abbiamo triplicato gli sforzi", ha aggiunto, spiegando che le dosi saranno destinate per la maggior parte al meccanismo Covax e che nell'ottica di garantire un miglior coordinamento nella risposta sanitaria verrà promossa la collaborazione con l'Organizzazione mondiale della Sanità, la Banca mondiale ed altri intermediari finanziari, con l'obiettivo di garantire non solo la produzione ma anche il trasporto dei vaccini. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE