LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: lo Stato islamico torna a colpire a un anno mezzo dalla caduta di Sirte (4)

Tripoli, 25 lug 2018 17:40 - (Agenzia Nova) - “Sia le Pfg che l’Lna - ha detto l’analista basato in Israele - sono chiaramente interessate alle infrastrutture petrolifere per la loro importanza strategica, ma anche perché è la loro regione di origine e area naturale”. Lo Stato islamico, ha aggiunto Berkowitz, attacca in quest’area per quattro motivi: per interrompere l'attività petrolifera, contribuendo così alla destabilizzazione; perché è la loro ‘area naturale’; perché è la linea di giunzione di due forze opposte, il Governo di accordo nazionale (Gna) di Tripoli e l’Lna di Bengasi; perché è una zona scarsamente popolata dove è più facile operare. “Questo è anche alla base della prima ribalta dell’Is in questa stessa regione nel 2015. Il fatto che l’Lna fosse per lo più impegnato a Derna (città costiera orientale vicino al confine egiziano recentemente conquistata daL generale Haftar) e l'estrema mancanza di coesione delle forze provvisoriamente allineate con il Gna sono altri fattori che contribuiscono”, ha aggiunto ancora Berkowitz. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE