DIFESA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Difesa: Libia, il Consiglio presidenziale vieta ogni movimento militare senza permesso (3)

Tripoli, 20 giu 10:34 - (Agenzia Nova) - In un’intervista concessa il 17 giugno ad “Agenzia Nova” Ahmid al Ataibi, comandante della regione militare di Sebha sotto il ministero della Difesa del governo di unità nazionale libico, ha rivelato che i miliziani della Settima Brigata, meglio nota come Brigata Kanyat, comandati dai “fratelli Kani”, sospettati delle fosse comuni ritrovate a Tarhuna, sarebbero giunti nella città di Sebha, capoluogo della regione meridionale libica del Fezzan, con una colonna di mezzi dell’autoproclamato Esercito nazionale libico del generale Haftar: uno dei loro compiti sarebbe quello di fare piazza pulita degli ufficiali vicini al precedente Governo di accordo nazionale (Gna). “Lunghe colonne di mezzi giungono in continuazione dalla regione orientale quasi ogni giorno”, afferma Al Ataibi, indicando come una settimana fa siano giunte nuove unità dalla regione di Jufra. L’ufficiale militare riferisce di aver tentato ripetutamente di contattare, senza successo, il ministero della Difesa e il capo di Stato maggiore a Tripoli per avvertirli di questa situazione disperata: “Non c’è stata alcuna risposta da questo governo. Eppure, gli abbiamo scritto e li abbiamo avvertiti più volte”. Al Ataybi aggiunge a “Nova” che uno dei ministri del governo di unità nazionale si sarebbe recato nella città di Bengasi, roccaforte di Haftar, con un membro del Foro di dialogo politico libico (l’organismo patrocinato dall’Onu che ha nominato le attuali autorità esecutive ad interim) dove ha incontrato Saddam Haftar, figlio del comandante dell’Lna, chiedendogli di inviare forze a Merzuq e Sebha “per ragioni sconosciute”. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE