IRAQ

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Iraq: impreparazione, corruzione e scarse motivazioni dietro la fuga dei militari da Mosul (3)

Baghdad, 13 giu 2014 17:45 - (Agenzia Nova) - Già allora, infatti, ufficiali e militari sunniti dell'esercito erano passati in talune occasioni dalla parte dell'Isis, nei cui ranghi si contano non solo fondamentalisti islamici, ma anche esponenti tribali sunniti profondamente contrari alle politiche settarie condotte negli anni dal governo di Nouri al Maliki. Da allora, nonostante le tante operazioni militari e i tanti raid condotti, Ramadi e Falluja sono rimaste in buona parte sotto il controllo dell'Isis. L'esperienza della sconfitta dell'esercito iracheno nella provincia di Anbar è stata il preludio di quella poi subita a Ninive, Salah al Din, Kirkuk e Diyala. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE