ASIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Asia: la Cina fulcro delle dinamiche politiche ed elettorali regionali (11)

Pechino, 16 feb 2018 12:29 - (Agenzia Nova) - Proprio la scorsa settimana, Yameen, che ha dichiarato lo stato di emergenza ed esautorato la Corte suprema, innescando una grave crisi istituzionale nel paese, ha mandato in Cina il ministro dello Sviluppo economico Mohamed Saeed come proprio inviato speciale, nel tentativo di consolidare ulteriormente i legami con Pechino e superare così i morosi interni e la condanna della comunità internazionale. Il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, ha dichiarato a margine dell’incontro con Saeed che “il governo delle Maldive e il suo popolo hanno la capacità e la saggezza per risolvere in maniera appropriata le questioni che si trovano ad affrontare”: una dichiarazione che suona di fatto come un attestato di sostegno politico di Pechino all’autoritario governo di Yameen. Wang ha aggiunto che la Cina “non interferirà negli affari interni delle Maldive”, ed ha aggiunto che l’assistenza economica e finanziaria alle Maldive è stata elargita “per il bene dell’economia e della società delle Maldive”. Durante la conferenza stampa di ieri, il portavoce del ministero degli Esteri cinese ha dichiarato che “la cosa davvero importante è che la cooperazione tra la Cina e le Maldive risponda agli interessi di entrambi i paesi e porti prosperità ad entrambi i loro popoli”. Il giudizio in merito agli accordi bilaterali “spetta soltanto ai popoli dei due paesi”, ha proseguito il portavoce, sostenendo che l’ex presidente maldiviano in esilio non abbia alcun diritto di esprimere giudizi in materia. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE