SUD SUDAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Sud Sudan: Unione africana approva invio forza di peacekeeping, contrario il presidente Kiir (7)

Giuba, 19 lug 2016 19:00 - (Agenzia Nova) - La situazione sul terreno, nel frattempo, non sembra migliorare. Il presidente Kiir ha concesso oggi un ultimatum al suo vice Machar affinché faccia ritorno nella capitale Giuba o, in caso contrario, affidi le sue funzioni ad un altro esponente della sua fazione. A questo proposito, il capo dello stato ha già avviato delle consultazioni con alcuni de funzionari del Movimento di liberazione del popolo sudanese all’opposizione (Splm-Io) che fanno parte del governo di unità nazionale per discutere della questione. "Il governo di unità nazionale non può essere tenuto in ostaggio a causa di Machar. Se lui non vuole uscire dal suo nascondiglio, nonostante tutte le rassicurazioni circa la sua sicurezza, il presidente ha tutto il diritto di nominare chiunque del Splm-Io per sostituirlo", ha detto la stessa fonte, secondo cui diversi esponenti della fazioni avrebbero i requisiti per prendere il posto di Machar, fra cui il ministro delle Miniere, Taban Deng Gai, già capo negoziatore della fazione ribelle durante i colloqui di pace. La scorsa settimana Machar è stato costretto ad abbandonare la sua residenza di Giuba, andata distrutta nei combattimenti tra le fazioni rivali. Da allora il quartier generale dell’opposizione armata si trova ora a circa cinque chilometri a sud ovest di Giuba. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE