MEDIO ORIENTE

 
 

Medio Oriente: premier palestinese, scontri a Gerusalemme "terrorismo di Stato organizzato"

Ramallah, 23 apr 13:40 - (Agenzia Nova) - Gli scontri avvenuti tra estremisti israeliani e palestinesi a Gerusalemme est rappresentano un episodio di terrorismo di Stato organizzato. Lo ha dichiarato il primo ministro palestinese, Mohammad Shtayyeh, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa “Wafa”. Il capo dell’esecutivo di Ramallah commenta così gli scontri avvenuti nella tarda serata di giovedì tra i manifestanti ebrei del movimento di estrema destra Lehava e un gruppo di palestinesi alla porta di Damasco nella città vecchia di Gerusalemme. Le tensioni hanno provocato il ferimento di oltre 100 palestinesi e l’arresto di altri 50. Secondo Shtayyeh si tratta di un “atto organizzato di terrorismo di Stato, volto a cancellare il carattere palestinese di Gerusalemme, imporre fatti falsi e violare i luoghi santi”. “Le scene di eroismo emerse dalle strade e dai vicoli della città di Gerusalemme dei giovani indifesi di Gerusalemme con forza di volontà e determinazione, mentre resistono agli attacchi dei coloni, confermano ancora una volta il fallimento dei piani israeliani per giudaizzare la città santa e riportano alla memoria scene di eroismo quando i gerosolimitani musulmani e cristiani hanno resistito e sventato i piani delle autorità di occupazione israeliane di installare metal detector elettronici quattro anni fa”, ha aggiunto il primo ministro palestinese. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE