UE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ue: Coldiretti, attacco a cibo made in Italy costa 44,6 miliardi

Roma, 25 nov 2020 15:15 - (Agenzia Nova) - E’ necessario intervenire con urgenza per fermare l’attacco al prodotti alimentari nazionali con il rischio del via libera all’etichetta nutrizionale a colori dell’Unione Europea che boccia ingiustamente quasi l’85% in valore del Made in Italy a denominazione di origine (Dop/Igp) che la stessa UE dovrebbe invece tutelare e valorizzare soprattutto nel tempo del Covid. E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini che chiede al Governo di intervenire per fermare la pericolosa deriva in atto nell’Unione su etichettatura nutrizionale, profili nutrizionali e etichettatura d’origine in vista del Consiglio Agricoltura Ue il 15-16 dicembre. Un sistema che – sottolinea la Coldiretti - rischia di espandersi a livello globale dove in gioco ci sono 44,6 miliardi di esportazioni agroalimentari tricolori nel mondo tra i quali si conta una rilevante presenza di prodotti, dai formaggi all’olio fino ai salumi ingiustamente penalizzati dal nuovo sistema. La manovra degli altri Paesi punta a fermare la crescita del Made in Italy agroalimentare che nel tempo del Covid, insieme alle medicine, è l’unico settore a crescere all’estero (+2,9 per cento) nei primi nove mesi del 2020 e può essere l’elemento di traino per l’intero tessuto economico del Paese. (segue) (com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE