MYANMAR

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Myanmar: Usa impongono nuove sanzioni, ministri Difesa e Interni inseriti in lista nera (2)

New York, 05 mar 00:27 - (Agenzia Nova) - Gli scontri avvenuti martedì 3 marzo in diverse zone del paese, secondo le Nazioni Unite, sono costati la vita ad almeno 38 manifestanti anti-golpisti e anche ad alcuni soccorritori e operatori umanitari. Il portale di notizie “Irrawaddy”, edito da dissidenti birmani di base in Thailandia, riferisce che quattro volontari dell’organizzazione umanitaria Mon Myat Sate sono stati fermati dalle forze di sicurezza nella zona di Nord Okkalapa, a Yangon, mentre assistevano i residenti locali sotto il fuoco dei militari. Ad affermarlo è il presidente del gruppo, Hla Kyaing. I video pubblicati dall’organizzazione mostrano gli agenti picchiare i soccorritori con i calci dei fucili e distruggere un’ambulanza in uso a Mon Myat Sate. Secondo le informazioni raccolte da Hla Kyaing, gli operatori sono stati condotti nel carcere di Insein. “È una situazione davvero deprimente. Sono stati arrestati mentre cercavano di assistere i feriti, di portarli in ospedale in modo che potessero ricevere le cure necessarie”, ha dichiarato il presidente dell’organizzazione. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE