USA-ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Usa-Etiopia: senatore Christopher Coons visiterà il Tigrè su richiesta di Biden (2)

New York, 18 mar 16:15 - (Agenzia Nova) - Sempre la scorsa settimana il presidente Biden si è detto "profondamente preoccupato" per la crisi nella regione del Tigrè, dove si moltiplicano le denunce di atrocità e crimini contro l’umanità. A dichiararlo è stato l'addetto stampa della Casa Bianca, Jen Psaki, nel corso di un briefing con la stampa. “Il presidente è profondamente preoccupato e molto impegnato su questo tema”, ha detto Psaki, ribadendo l’appello dell’amministrazione Biden a garantire il pieno accesso degli operatori umanitari nella regione. In precedenza un alto diplomatico etiope presso l'ambasciata degli Stati Uniti si era dimesso dal suo incarico come forma di protesta contro le presunte atrocità commesse nel conflitto in corso nella regione settentrionale del Tigrè. "Mi dimetto dal mio incarico per protestare contro la guerra genocida nel Tigrè e contro tutta la repressione e la distruzione che il governo sta infliggendo al resto dell'Etiopia", ha dichiarato Berhane Kidanemariam, vice capo missione presso l'ambasciata etiope a Washington. In una lettera citata dall'emittente araba "Al Arabiya", Berhane ha criticato il primo ministro Abiy Ahmed per aver guidato il suo Paese "lungo un oscuro sentiero verso la distruzione e la disintegrazione", aggiungendo che il governo continua a mentire "mentre il mondo intero è testimone" della realtà dei fatti. Ex membro del comitato centrale del Fronte di liberazione del popolo del Tigrè (Tplf), Berhane è stato espulso dal partito nel 2018. In precedenza ha lavorato anche ai vertici dell'emittente nazionale di stato, la Ethiopian Broadcasting Corporation (Ebc) e come console generale a Los Angeles. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE