ASEAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Asean: nuova rete regionale per il contrasto al crimine transfrontaliero (3)

Tokyo, 12 mar 07:00 - (Agenzia Nova) - Si conclude oggi il Congresso sul crimine delle Nazioni Unite (Onu), che ha aperto i battenti a Kyoto, in Giappone, lo scorso 7 marzo. L'evento si è svolto in un formato "ibrido", con parte dei partecipanti in presenza e parte in collegamento video. Rappresentanti di alto livello di diversi Paesi hanno discusso una vasta gamma di questioni, dalla prevenzione del crimine alla riforma dei sistemi giuridici, sino al rafforzamento della cooperazione internazionale. Il Congresso Onu sul crimine è giunto alla sua 14ma edizione; gli organizzatori prevedono la partecipazione di 5.600 persone da 152 Paesi, 4.200 delle quali prenderanno parte ai lavori in videoconferenza. L'apertura del Congresso è coincisa con l'adozione da parte dei delegati della Dichiarazione di Kyoto, una roadmap quinquennale per la cooperazione nei campi della prevenzione del crimine e della giustizia penale. All'apertura dell'evento è intervenuto anche il primo ministro del Giappone, Yoshihide Suga, che ha espresso la volontà di Tokyo di assumere un "ruolo guida" nell'attuazione della Dichiarazione e nella promozione di "società inclusive e sicure dove nessuno venga lasciato indietro". Il Congresso Onu sul crimine è la più grande conferenza mondiale in materia di giustizia penale al mondo, e si tiene a cadenza quinquennale dal 1955. Lo scorso anno l'evento è stato posticipato a causa della pandemia di coronavirus. Il Giappone è stato il primo Paese non europeo a ospitare l'evento, nel 1970. (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE