LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: colloqui Di Maio-Mangoush, allo studio anche un vertice intergovernativo a Roma

Roma, 22 apr 20:55 - (Agenzia Nova) - Economia, cooperazione allo sviluppo, sanità, migrazioni, cultura, rafforzamento della rete diplomatica consolare: sono davvero tanti i dossier della cooperazione tra Italia e Libia passati in rassegna oggi nei tavoli tecnici delle delegazioni allargate del ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, e dell’omologa libica, Najla el Mangoush. Secondo quanto appreso da “Agenzia Nova”, è stato definito un percorso di attuazione di tali iniziative, con l’orizzonte temporale della tenuta, a Roma, del vertice intergovernativo. La Libia continua a rappresentare un mercato di interesse per le imprese italiane per la prossimità geografica e i rapporti consolidati che molte aziende vantano con controparti locali. La presenza imprenditoriale italiana in Libia è caratterizzata da grandi aziende che operano principalmente nel settore energetico, prima fra tutti Eni, che anche nelle fasi più critiche è rimasta l’unica società internazionale in grado di produrre e distribuire petrolio e gas nel Paese. Sono inoltre presenti numerose altre imprese (tra cui molte Pmi) che operano nel settore delle costruzioni e infrastrutture, nel settore industriale, nelle telecomunicazioni e nell'aviazione civile. Un primo passo per la ripresa della collaborazione è stato fatto con l’organizzazione - il 17 dicembre scorso - della prima sessione della Commissione economica congiunta italo-libica (Cecil), presieduta dal sottosegretario Manlio Di Stefano e volta a passare in rassegna le questioni economiche aperte. (segue) (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE