EGITTO-SUDAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Egitto-Sudan: premier egiziano, sviluppo Etiopia non deve danneggiare Il Cairo a Khartum (2)

Il Cairo, 11 mar 21:07 - (Agenzia Nova) - Hamdok è in visita ufficiale in Egitto a capo di una delegazione di alto livello che comprende i ministri per gli Affari di gabinetto, degli Esteri, delle Finanze, della Pianificazione economica, dell'Irrigazione e le risorse idriche, degli Investimenti e della cooperazione internazionale, della Sanità e il direttore dell'Intelligence generale. Lo scorso fine settimana il presidente egiziano Al Sisi ha compiuto una rara visita in Sudan dal chiaro significato politico: Il Cairo e Khartum fanno quadrato contro l’Etiopia. Esercitazioni congiunte e visite di alto livello sempre più frequenti vanno inserite nel contesto dell’alta tensione tra Sudan ed Etiopia: dopo lo scoppio del conflitto nel Tigrè, infatti, sono divenuti frequenti gli scontri al confine dove da settimane soffiano venti di guerra. La visita di Al Sisi in Sudan ha alimentato speculazioni su una possibile, imminente azione militare contro l’Etiopia per la disputa sulla Gerd, opzione che il Cairo non ha mai esplicitamente menzionato ma nemmeno escluso a priori. L’Egitto, come noto un Paese in gran parte desertico, considera la sua quota nell’acqua del Nilo come una questione di sicurezza nazionale. Intervenendo oggi durante la conferenza congiunta con Al Burhan, il capo dello Stato egiziano ha detto che la diga in costruzione in Etiopia “è un dossier che tocca il cuore degli interessi vitali egiziani sudanesi che saranno direttamente interessati da questo grande progetto”. Al Sisi ha definito “inevitabile” un ritorno “urgente” al tavolo delle trattative “per raggiungere un accordo giuridicamente vincolante prima della stagione delle piogge”. (segue) (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE