SVIZZERA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Svizzera: governo difende legge antiterrorismo dalle critiche sui diritti dei bambini

Berna, 13 apr 16:21 - (Agenzia Nova) - Il governo svizzero si è schierato a favore della legge antiterrorismo che include misure restrittive sui bambini sospettati. Come rivela il governo in un comunicato, la legge sarà sottoposta a un referendum nazionale per i vari punti controversi che presenta che si terrà il 13 giugno. La legge permette alla polizia, ad esempio, di intervenire con misure preventive in presenza di indicazioni concrete di attività terroristiche. La normativa prevede anche la detenzione domiciliare cautelare per i potenziali criminali dall'età di 15 anni, così come la sorveglianza elettronica e gli ordini restrittivi per le persone dall'età di dodici anni che siano considerate una minaccia. La legge può inoltre impedire alle persone di lasciare il Paese. "L'esperienza mostra che ci sono persone minorenni a cui queste misure potrebbero essere applicate", ha detto la ministra della Giustizia e della Polizia, Karin Keller-Sutter, in un briefing, citando l'esempio di due jihadisti condannati, che si sono recati in Siria, rispettivamente, a 15 e 16 anni per sostenere i militanti dello Stato Islamico. (segue) (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE