ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Etiopia: Unicef, più di 1 milione di persone sfollate da inizio conflitto nel Tigrè

New York, 21 apr 12:41 - (Agenzia Nova) - A sei mesi dallo scoppio della crisi nella regione del Tigrè, in Etiopia, più di un milione di persone sono state sfollate, in buona parte bambini, mentre i combattimenti continuano e l'accesso e la sicurezza restano un serio problema. Lo denuncia il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (Unicef) in una nota. "La crisi nel Tigrè ormai al sesto mese. Più di un milione di persone sono state sfollate, mentre i combattimenti continuano. L'accesso e la sicurezza restano un serio problema. Siamo profondamente preoccupati per le conseguenze della crisi sui bambini. È una crisi di protezione, istruzione e nutrizione. Sta emergendo una preoccupante fotografia di gravi e continue violazioni dei diritti dei bambini", ha dichiarato James Elder, portavoce di Unicef. I bambini nel Tigrè sono stati colpiti sia dal Covid-19 sia dal conflitto: 1,4 milioni di bambini sono fuori dalle scuole da più di un anno, non un giorno di scuola in 13 mesi (da marzo 2020). La decisione sulla riapertura delle scuole dipende tuttavia dalla sicurezza e dai lavori di risanamento (il ministero dell'Istruzione stima che fino al 25 per cento delle scuole sono state danneggiate); inoltre la riapertura delle scuole richiede una ricollocazione di centinaia di migliaia di sfollati interni che attualmente sono rifugiati in scuole. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE