GERMANIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Germania: Corte costituzionale respinge ricorso contro ratifica Fondo ripresa Ue

Berlino, 21 apr 10:31 - (Agenzia Nova) - La Corte costituzionale tedesca (BVerfg) ha respinto il ricorso contro la promulgazione della legge di ratifica del Fondo europeo per la ripresa. In particolare, i giudici della Consulta tedesca hanno bocciato la procedura urgente presentata contro la ratifica del Quadro finanziario pluriennale dell'Ue 2021-2027 (Qfp) e il Recovery Fund. Tuttavia, sulla costituzionalità dei due strumenti, il BVerfg “non ha ancora preso una decisione”. Infatti resta pendente la questione di costituzionalità di tale strumento, come ricordato dal quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”. Il ricorso è stato presentato dall'associazione Alleanza volontà civica (Buendnis Buergerwille), guidata dall'economista Bernd Lucke, nel 2013 tra i cofondatori di Alternativa per la Germania (AfD), partito nazionalconservatore che raccoglie consensi anche nell'estrema destra. Già a capo della formazione, Lucke ne è uscito nel 2015. L'economista ha sottolineato che l'iniziativa non riguarda gli aiuti dell'Ue contro la crisi del coronavirus in quanto tali. Per Lucke, il problema sarebbe, piuttosto, la “tipologia di finanziamento”. In particolare, i ricorrenti sostengono che i trattati dell'Ue vietano la comunitarizzazione del debito. Il governo tedesco e la Commissione europea fanno, invece, riferimento all'articolo 122 del Trattato sul funzionamento dell'Ue. Secondo la disposizione, uno Stato membro può ricevere assistenza finanziaria dall'Unione europea “a determinate condizioni” in caso di calamità naturali o eventi straordinari.

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha accolto "con favore la decisione odierna della Corte costituzionale tedesca" che autorizza la firma per la ratifica della decisione sull'aumento delle risorse proprie nel bilancio pluriennale dell'Unione che sta alla base dell'avvio del Next Generation Eu. "L'Ue rimane sulla buona strada con la sua ripresa economica, a seguito di questa pandemia senza precedenti. Next Generation Eu aprirà la strada a un'Unione europea verde, digitale e più resiliente", ha aggiunto la presidente su Twitter.

È stata accolta positivamente la decisione della Consulta di Berlino anche da parte del presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, secondo cui quanto prima gli Stati membri dell'Unione europea ratificheranno la decisione sulle risorse proprie, tanto prima ci sarà la ripresa dalla pandemia. "Buone notizie dalla Germania: dopo il verdetto della Corte costituzionale, la strada è chiara per la Germania di finalizzare la ratifica per il finanziamento del fondo di recupero dell'Ue. Quanto prima i restanti Stati membri completeranno la ratifica, tanto prima potremo riprenderci da questa pandemia", ha scritto Sassoli su Twitter.

(Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE