CINA-SINGAPORE

 
 

Cina-Singapore: ex ministro Yeo, critiche a Pechino motivate dal suo rapido sviluppo

Pechino, 21 apr 10:19 - (Agenzia Nova) - Le critiche rivolte dall'Occidente alla Cina per lo stato dei diritti umani a Hong Kong e Xinjiang "derivano in parte dalla improvvisa consapevolezza degli ultimi anni che la Cina sta diventando una potenza vincente". Lo ha dichiarato l'ex ministro degli Esteri di Singapore George Yeo. Commentando la crescita economica della Cina, l'ex ministro ha affermato che "la Cina non è una minaccia per l'Occidente, ma è una minaccia per il lungo dominio storico dell'Occidente nel mondo". Ricordando la sua prima visita a Urumqi, capitale della regione autonoma uigura dello Xinjiang nel 1991, Yeo ha detto di non condividere l'accusa di genocidio rivolta da alcuni paesi occidentali alla Cina, per il trattamento riservato alla minoranza islamica uigura "si tratta di un uso improprio della parola, ci sono ragioni politiche dietro queste accuse", ha sostenuto l'ex ministro. Yeo ha aggiunto che "quando si guarda alla situazione in Cina, non bisogna concentrarsi sui difetti. L'aspetto della Cina non è perfetto, ma bisognerebbe guardare alla situazione nel suo insieme e dare una valutazione complessiva". (Cip)
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE