LIBANO

 
 

Libano: premier Diab a Doha, manca uno sforzo arabo unificato per risolvere crisi libanese

Beirut , 20 apr 12:00 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro libanese uscente, Hassan Diab, ha discusso con l’emiro del Qatar, Tamin bin Hamad al Thani, delle conseguenze dell’assenza di solidarietà araba sulla crisi in Libano. Lo riferisce oggi un comunicato stampa diffuso dall’ufficio di Diab, al termine della sua visita nell’emirato. “Abbiamo affermato la necessità che gli arabi tornino alla fraternità, poiché la regione sta attraversando una situazione dolorosa che richiede il massimo grado di coordinamento tra fratelli, con pericolose ripercussioni per i Paesi arabi in particolare, e che minacciano il nostro presente e il nostro futuro”, si legge nel comunicato. L’ufficio del premier uscente aggiunge: “Sfortunatamente, il Libano sta attraversando una fase difficile, manca uno sforzo arabo unificato e un ruolo unificante che riunisca i libanesi, li esorti a raggiungere la comprensione reciproca e blocchi la strada per sfruttare la loro differenze”. A proposito dei suoi incontri con le autorità di Doha, Diab ha precisato: “Abbiamo trovato nel fraterno Qatar quello che stavamo cercando, poiché i nostri incontri si sono svolti in un quadro di fraternità non sorprendente, e lo Stato del Qatar ha dimostrato la sua ferma posizione mirando a sostenere il Libano e il suo popolo e a preservare la sicurezza e la stabilità del Libano”. La visita di Diab in Qatar, la prima all’estero da quando ha assunto l’incarico, è avvenuta mentre il premier designato Saad Hariri, che dal 22 ottobre scorso sta cercando di creare la propria squadra di governo, si è recato in diversi Paesi della regione e in Europa. Nei mesi scorsi, infatti, Hariri ha visitato la Turchia, l’Egitto, gli Emirati Arabi Uniti, la Russia, la Francia e giovedì 22 aprile è atteso in Vaticano. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE