5G

 
 

5G: da Copasir preoccupazione per attività cinesi, “governo tuteli sicurezza nazionale”

Roma, 20 apr 18:10 - (Agenzia Nova) - Il governo assuma provvedimenti volti a “tutelare la sicurezza nazionale” a fronte della “radicata” presenza di soggetti cinesi nella realizzazione del sistema 5G in Italia. È quanto emerge nella sintesi dell’attività svolta dal Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir) tra la data di costituzione, il 18 luglio del 2018, e il 31 dicembre del 2020. Uno dei temi principali affrontati nella relazione sulla sicurezza cibernetica è quello rappresentato dal predominio delle aziende cinesi nel settore. “Le particolari caratteristiche del sistema di governo cinese comportano, accanto a una forte azione di indirizzo dell’economia da parte degli organi istituzionali, anche la presenza di legami fra le grandi aziende e gli interessi nazionali del Paese. La stessa legislazione interna cinese – ricorda il Copasir - afferma il principio per cui gli organi dello Stato e le strutture di intelligence possono fare pieno affidamento sulla collaborazione di cittadini e imprese. Inoltre, la normativa sulle attività informatiche (Cyber Security Law) prevede che gli operatori di rete debbano fornire supporto agli organi di polizia e alle agenzie di intelligence nella salvaguardia della sicurezza e degli interessi nazionali”. Il Comitato sottolinea dunque “la propria preoccupazione per la radicata presenza di soggetti cinesi nella implementazione del sistema 5G in Italia, invitando il governo ad assumere, ove ritenuto necessario, provvedimenti volti a tutelare la sicurezza nazionale”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE