LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: le tribù del Fezzan chiedono aiuto all'Italia per mettere in sicurezza i confini (4)

Tripoli, 20 apr 12:13 - (Agenzia Nova) - Secondo il leader ribelle ciadiano Mahamat Mahadi Ali, la Francia starebbe effettuando ricognizioni aeree in Ciad dando con la sua aeronautica militare "un vantaggio" concreto all'esercito locale sui combattimenti in corso nel Paese contro i ribelli che avanzano verso la capitale per rovesciare il presidente Idriss Deby. In un'intervista a "Rfi", il leader del Fronte per l'alternanza e la concordia del Ciad (Fact), coalizione di gruppi armati che da domenica 11 aprile - giorno delle elezioni presidenziali - avanza verso la capitale N’Djamena, armata accusa Parigi di essere intervenuta direttamente nel contrasto all'offensiva effettuando incessanti voli di ricognizione sul campo e dando così all'esercito ciadiano un concreto "vantaggio" sui ribelli. "L'aeronautica francese ci sorvolava giorno e notte. (…) Hanno tutte le informazioni, i movimenti, il modello delle armi, il numero di uomini, il numero di veicoli. Se questo non è un vantaggio, allora che cos'è? È un intervento diretto", ha dichiarato il leader ribelle. Mahadi Ali ha quindi deplorato il fatto che Parigi non scelga la via del dialogo: "Potrebbe invitare i ciadiani a sedersi intorno ad una tavola rotonda inclusiva, ma preferisce aiutare Idriss Deby a restare al potere". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE