TUNISIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Tunisia: capo partito Amal accusa presidente Saied di aver attuato un "golpe morbido"

Tunisi, 20 apr 11:08 - (Agenzia Nova) - Il leader del partito tunisino Amal – fondato nel 2012 con il nome di Partito nazionale tunisino – Ahmed Nejib Chebbi ha accusato il capo dello Stato, Kais Saied, di “aver guidato un colpo di Stato morbido”. “Siamo testimoni da tempo, in diretta, di un colpo di stato morbido condotto dal presidente della Repubblica, il cui primo episodio è stato il blocco della formazione del governo, seguito dall’opposizione alla formazione della Corte costituzionale, e, infine, dall’annuncio del presidente della Repubblica che è il capo supremo delle forze di sicurezza interna”, ha scritto Chebbi su Facebook. Nei giorni scorsi, in occasione della cerimonia per il 65esimo anniversario della nascita delle forze di sicurezza interne, Saied ha dichiarato che il presidente della Repubblica in Tunisia è il capo delle forze armate militari e civili, senza alcuna distinzione, secondo quanto previsto dalla Costituzione del Paese nordafricano. Il messaggio di Saied sembrerebbe essere rivolto al primo ministro, Hichem Mechichi, che attualmente detiene l’interim del dicastero dell’Interno, alle cui dipendenze vi sono le forze di sicurezza. La dichiarazione, in altre parole, rientra nello scontro in corso tra le due "presidenze" (della Repubblica e del Governo) dall'inizio dell'anno: Saied, infatti, si rifiuta di accettare un rimpasto di governo proposto dal premier e avallato dal parlamento. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE