CIAD

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ciad: leader ribelli accusa Francia di "intervento diretto" contro loro offensiva

N'Djamena, 20 apr 11:21 - (Agenzia Nova) - La Francia sta effettuando ricognizioni aeree in Ciad dando con la sua aeronautica militare "un vantaggio" concreto all'esercito locale sui combattimenti in corso nel Paese contro i ribelli che avanzano verso la capitale per rovesciare il presidente Idriss Deby. Lo ha dichiarato in un'intervista a "Rfi" Mahamat Mahadi Ali, il leader del Fronte per l'alternanza e la concordia del Ciad (Fact), coalizione di gruppi armati che da domenica 11 aprile - giorno delle elezioni presidenziali - avanza verso la capitale N’Djamena. Il capo della coalizione armata accusa Parigi di essere intervenuta direttamente nel contrasto all'offensiva effettuando incessanti voli di ricognizione sul campo e dando così all'esercito ciadiano un concreto "vantaggio" sui ribelli. "L'aeronautica francese ci sorvolava giorno e notte. (…) Hanno tutte le informazioni, i movimenti, il modello delle armi, il numero di uomini, il numero di veicoli. Se questo non è un vantaggio, allora che cos'è? È un intervento diretto", ha dichiarato il leader ribelle. Per Mahadi Ali, di fatto la Francia "spiega (quello che accade su)l campo", deplorando che Parigi non scelga la via del dialogo: "potrebbe invitare i ciadiani a sedersi intorno ad una tavola rotonda inclusiva, ma preferisce aiutare Idriss Deby a restare al potere". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE