SIRIA

 
 

Siria: operazioni di Russia e governo contro Stato islamico, uccisi 200 “combattenti”

Damasco, 20 apr 08:30 - (Agenzia Nova) - L’esercito della Russia ha annunciato ieri l’uccisione di almeno 200 “combattenti” a seguito di raid aerei effettuati nel nord-est della Siria contro una base appartenente a non meglio precisati “terroristi”, presumibilmente affiliati allo Stato islamico (Is). Lo riferisce un comunicato pubblicato su Facebook dal ministero della Difesa di Mosca, secondo cui “dopo aver appreso da diverse fonti la posizione degli obiettivi terroristici, le forze aeree russe hanno effettuato numerosi bombardamenti, durante i quali hanno distrutto rifugi e ucciso 200 combattenti”. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione non governativa con sede a Londra, unità di Russia e forze governative hanno lanciato una campagna contro l’Is, preparata negli ultimi giorni con un massiccio invio di rinforzi, nelle regioni comprese tra Sukhna (est della provincia di Homs, nel centro della Siria) e Al Shula (sud della provincia di Deir ez-Zor, nell’est del Paese). (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE