INDIA-PAKISTAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

India-Pakistan: accordo per rispetto cessate il fuoco e meccanismo di contatto diretto (2)

Nuova Delhi, 25 feb 09:37 - (Agenzia Nova) - Il fulcro di tutte le tensioni indo-pakistane è il conflitto del Kashmir, che si trascina dal 1947. L’India rivendica l’intero Kashmir e ne controlla circa il 43 per cento, il Territorio dell’Unione di Jammu e Kashmir. Il Pakistan rivendica a sua volta la regione e ne amministra il 37 per cento circa, corrispondente alle divisioni amministrative chiamate Azad Kashmir e Gilgit-Baltistan. La contesa territoriale ha origine con la Partizione dell’India britannica nei due Stati dell’India e del Pakistan. Agli Stati principeschi che avevano fatto parte dell’impero coloniale britannico fu data la possibilità di unirsi all’uno o all’altro paese oppure di restare indipendenti. Il maharaja del Jammu e Kashmir, Hari Singh, era per l’indipendenza, ma i musulmani della provincia occidentale del principato (l’attuale Azad Kashmir) e della provincia dei distretti di frontiera (l’attuale Gilgit-Baltistan) erano per l’adesione al Pakistan: nella primavera del 1947 scoppiò una rivolta e i ribelli pro-Pakistan presero il controllo dell’area. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE