LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: notabili di Murzuq chiedono di riattivare accordi con Italia per sicurezza confini (3)

Tripoli, 19 apr 14:26 - (Agenzia Nova) - Nell'ultima settimana le forze armate del Ciad hanno effettuato attacchi aerei contro una colonna di ribelli nella città di Zouarké, nella regione settentrionale di Tibesti. Fonti militari citate dall’emittente “Rfi” riferiscono che due MiG-21 dell’aviazione di N’Djamena hanno colpito la città di Zouarké per fermare l'avanzata dei ribelli mentre parallelamente l'esercito inviava rinforzi a Tibesti. L’operazione è seguita di poche ore alla dichiarazione da parte dello Stato maggiore dell’esercito che ha ammesso l'incursione della ribellione ciadiana nel nord del Paese. Zouarké, così come la città di Wour, sono state abbandonate dai militari e dai doganieri che hanno ceduto le loro posizioni ai ribelli. Gli scontri tra l’esercito e i ribelli si sono intensificati nella giornata di domenica, in concomitanza con le elezioni presidenziali. Secondo fonti di “Rfi”, la coalizione militare ribelle composta da quattro gruppi armati ha inviato circa 100 veicoli a Faya Largeau con circa 500 uomini provenienti dalla zona di confine con la Libia. Il loro obiettivo, come dichiarato dal segretario generale della coalizione militare ribelle Mohamed Ali, è quello di rovesciare il presidente Idriss Deby, in corsa per un sesto mandato alla guida del Paese. Dal 2018 i gruppi ribelli che cercano invano di rovesciare il governo ciadiano conducono incursioni e attacchi a Tibesti dalla Libia, dove sono stati in grado di acquisire una notevole quantità di attrezzature, veicoli e armi. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE