LIBIA

 
 

Libia: 35 cittadini egiziani rapiti da ignoti a sud-est di Tripoli

Il Cairo, 18 apr 14:54 - (Agenzia Nova) - Almeno 35 cittadini egiziani sono stati rapiti da ignoti a Bani Walid, circa 140 chilometri a sud-est di Tripoli, dopo diversi episodi di questo genere verificatisi in Libia negli ultimi mesi. Lo riferisce il quotidiano egiziano “Cairo 24”. I sequestratori hanno chiesto un riscatto pari in tutto ad almeno 700 mila dinari libici (circa 130 mila euro) per rilasciarli. I sequestrati hanno chiesto alle loro famiglie di pagare rapidamente il riscatto: per ora, secondo il quotidiano, solo sette sono stati in grado di fornire il denaro richiesto. Secondo messaggi audio inviati dai rapiti alle loro famiglie, altri 16 egiziani sono riusciti a fuggire, mentre è ancora ignota la sorte dei 12 restanti. La pratica del rapimento di cittadini dell’Egitto in Libia è maturata sin dalla decapitazione, avvenuta nel febbraio 2015, di 21 copti egiziani da parte dello Stato islamico (Is). Due settimane fa era giunta la notizia del rapimento di otto egiziani, provenienti perlopiù dal governatorato di Fayoum, per un riscatto pari a 20 mila dinari libici ciascuno (3.714 euro), pochi mesi dopo che le autorità del Cairo erano riuscite a liberare 32 giovani egiziani rapiti lo scorso gennaio a Bani Walid. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE