SOMALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Somalia: governo respinge "provocazioni" internazionali su proroga mandato, "alimentate terrorismo" (2)

Mogadiscio, 15 apr 10:01 - (Agenzia Nova) - In questi giorni i partner internazionali della Somalia si sono detti "profondamente preoccupati" per l'approvazione, da parte della Camera bassa di Mogadiscio, della proroga di due anni del mandato del presidente uscente Mohamed Abdullahi "Farmajo". "Abbiamo ripetutamente affermato che un processo politico parallelo, elezioni parziali o nuove iniziative che portino a un'estensione dei mandati precedenti non saranno sostenuti", si legge in una dichiarazione congiunta firmata da Missione dell'Unione africana in Somalia (Amisom), Unione europea, Autorità intergovernativa per lo sviluppo (Igad), Nazioni Unite e dai governi di Stati Uniti, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito. "La risoluzione del 12 aprile mina la pace, la sicurezza e la stabilità in Somalia e non solo. Questa risoluzione ritarderà ulteriormente lo svolgimento di elezioni credibili attese dal popolo somalo", prosegue la dichiarazione. "Siamo convinti che l'attuazione dell'accordo del 17 settembre (l'accordo pre-elettorale firmato alla conferenza di Dusa Mareb) rimanga la migliore linea d'azione disponibile e quindi esortiamo il governo federale e i leader degli Stati membri federati a tornare urgentemente ai colloqui per concordare una via da seguire. Chiediamo a tutte le parti di esercitare la massima moderazione, continuare il dialogo ed evitare azioni unilaterali che potrebbero infiammare le tensioni. Siamo pronti a fornire buoni uffici per facilitare e rilanciare il dialogo inclusivo sulla base dell'accordo del 17 settembre", conclude la nota. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE