LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: domani si chiudono le candidature per la nuova autorità esecutiva

Tripoli, 27 gen 12:57 - (Agenzia Nova) - Nella giornata di domani, 28 gennaio, scadrà un termine molto importante in Libia: quello per depositare le candidature per il presidente e i due vice del nuovo Consiglio presidenziale “ristretto” a tre membri (ognuno in rappresentanza delle regioni dell’est, dell’ovest e del sud del Paese), oltre al premier del nuovo Governo di unità nazionale. Le quattro candidature serviranno poi a formare delle liste che saranno essere sottoposte, dal primo al 5 febbraio, al complicato meccanismo di voto dei membri del Foro di dialogo politico libico (Lpdf) riuniti a Ginevra, in Svizzera, sotto gli auspici della Missione delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil). L’esito della votazione è incerto, mentre poco o nulla è trapelato sui nomi dei candidati. Il processo portato avanti con caparbietà dall’inviata delle Nazioni Unite facente funzioni in Libia, Stephanie Williams, pone due tipi di problematiche: primo, il peculiare sistema di voto potrebbe dare adito ad aspre polemiche fra le tre regioni storiche del Paese (Cirenaica, Tripolitania e Fezzan) e all’interno delle regioni stesse; secondo, l’insediamento di un premier o di un presidente non riconosciuto da tutti gli attori in campo rischierebbe di essere divisivo, cioè paradossalmente l’esatto contrario dell’obiettivo principale, vale a dire insediare governo di unità nazionale. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE