COVID

 
 

Covid: Camilli (Unindustria), con emergenza turismo azzerato, primo semestre 2021 perso

Roma, 22 gen 09:37 - (Agenzia Nova) - "C'è preoccupazione. L'emergenza sanitaria" nel Lazio "è meno grave rispetto ad altre regioni, anche in questa seconda ondata. Ma l'impatto sull'economia è da noi uguale al resto d'Italia". Così in una intervista al Sole 24ore Angelo Camilli, presidente di Unindustria Lazio. "La ripresa è attesa nel Paese prima dell'estate. Ma il Lazio, dove il peso del manifatturiero è minore rispetto al Nord, potrebbe procedere a velocità più lenta" anche se "ci sono comparti che hanno tenuto. Penso al farmaceutico, la difesa, l'aerospazio, l'alimentare, l'information technology. Ma ha sofferto molto il turismo e tutta la sua filiera. E Roma vive sul turismo straniero. Il settore audiovisivo, poi, ha subito un danno fortissimo", spiega Camilli che parla di "azzeramento del settore turistico: -90 per cento l'occupazione delle camere, 7 miliardi di entrate in meno dal turismo nel 2020, il trasporto che ha avuto crollo del 70 per cento". E il 2021 sembra non avere grandi possibilità: "Qui la programmazione viene fatta sul lungo periodo, basti pensare ai congressi e agli eventi. Ormai il primo semestre 2021 è perso, si spera nei successivi sei mesi". (Rer)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE