ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Etiopia: ambasciatore di Asmara all'Onu ammette presenza truppe eritree nel Tigrè

New York, 17 apr 10:15 - (Agenzia Nova) - L'Eritrea e l'Etiopia hanno concordato di avviare il ritiro delle truppe eritree dal Tigrè e di consentire lo schieramento dei contingenti etiopi lungo il confine comune. Lo ha dichiarato al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite l'ambasciatrice eritrea all'Onu Sophia Tesfamiariam, in quella che è la prima ammissione ufficiale da parte del governo di Asmara sulla presenza di truppe eritree nel conflitto etiope dallo scorso novembre, quando è stato avviato. "Poiché la grave minaccia incombente è stata ampiamente sventata, Eritrea ed Etiopia hanno concordato - ai massimi livelli - di avviare il ritiro delle forze eritree e simultaneamente di ridistribuire dei contingenti etiopi lungo il confine internazionale", ha detto Tesfamariam, in dichiarazioni che sono state anche pubblicate dal governo eritreo sul sito ufficiale del ministero dell'Informazione. Lo scorso 26 marzo, il primo ministro etiope Abiy Ahmed ha annunciato che l'Eritrea ha accettato di ritirare le sue truppe dal Tigrè, dopo le crescenti pressioni internazionali dovute al moltiplicarsi delle accuse di violazioni dei diritti umani commessi nella regione in conflitto. Il giorno prima il premier etiope è volato ad Asmara per un incontro d'urgenza con il presidente eritreo Isaias Afwerki. "Nelle nostre discussioni con il presidente Isaias Afwerki durante la mia visita ad Asmara, il governo dell'Eritrea ha accettato di ritirare le sue forze fuori dal confine etiope", ha detto Ahmed. "Le forze di difesa nazionale etiopi assumeranno il controllo delle aree di confine con effetto immediato", ha aggiunto. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE