CUBA

 
 

Cuba: Raul Castro auspica “dialogo rispettoso” con Stati Uniti

New York , 17 apr 01:17 - (Agenzia Nova) - Il segretario dimissionario del Partito comunista cubano (Pcc) Raul Castro ha auspicato un dialogo "rispettoso" tra L'Avana e gli Stati Uniti d’America, parlando nel corso dell’ottavo congresso del movimento. Lo riferisce la stampa cubana, ricordando che nel corso dell’incontro Castro ha rassegnato le sue dimissioni dall’incarico. Il presidente ha denunciato "la guerra economica" degli Stati Uniti contro Cuba, ma ha anche sottolineato segnalato la disponibilità del suo Paese a costruire "un nuovo tipo di rapporto” con Washington. Il fratello minore di Fidel, che nel 2018 aveva abbandonato l'incarico di presidente di Cuba, ha più volte anticipato che avrebbe colto l'occasione del 60esimo anniversario della fallita invasione di Baia dei porci (16 aprile 1961) per lasciare le redini del partito. Castro, 91 anni, dovrebbe lasciare il posto a Miguel Diaz-Canel, lo stesso che lo ha succeduto alla presidenza dell'isola. Un avvicendamento che non significherebbe la completa estromissione di Raul - voce pur sempre autorevole - dalla scena, ma che comunque non è ancora scontato. Assumendo le redini del Partito, Diaz-Canel potrebbe aumentare la sua forza decisionale, necessaria in un momento delicato per la vita del paese, ma per diversi analisti rimane in piedi l'ipotesi di nominare un altro esponente della vecchia guardia. Una generazione destinata ad ogni modo a cedere il passo: si è infatti più volte parlato delle possibili dimissioni di José Ramon Machado, altro veterano della battaglia comunista.

(Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE