LIBANO

 
 

Libano: consigliere britannico per il Medio Oriente in visita ad Unifil

Roma, 16 apr 17:36 - (Agenzia Nova) - Il consigliere della difesa britannica per il Medio Oriente e il Nord Africa, generale della Royal Air Force Martin Sampson, ha visitato nei giorni scorsi il quartier generale di Unifil (la Forza di Interposizione in Libano delle Nazioni Unite) e l'area di operazioni, con particolare interesse per la "blue line" (la linea di demarcazione entro cui si sono ritirate le forze israeliane nel 2000). E’ il terzo alto ufficiale nominato dall’autorità anglosassone con compiti di natura politica e militare per l’area del Medio Oriente di specifico interesse strategico britannico. Ad accompagnarlo, riferisce un comunicato stampa, il connazionale addetto alla Difesa. E’ stata la prima volta presso il quartier generale di Unifil ove a riceverli, per un autorevole approfondimento, è stato l’Head of Mission e Force Commander di Unifil, il generale di divisione Stefano Del Col. La visita ha permesso di apprezzare in prima persona l’operato relativo all’assolvimento del mandato dei caschi blu in coordinamento con le forze armate libanesi (Laf), a testimonianza di come questa sinergia abbia contribuito a garantire la stabilità del sud del Libano dal 2006 ad oggi. In agenda, per il Force Commander con lo staff internazionale, le operazioni svolte da Unifil, le attività in coordinamento con le forze armate libanesi e le altre peculiarità del mandato sancito con la risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu numero 1701 del 2006 e successive prescrizioni discendenti, fino al recente rapporto pubblicato dal segretario generale e discusso nel Consiglio di Sicurezza il giorno 9 marzo, ove gli Stati Membri auspicano una continua attuazione di tutte le raccomandazioni contenute ed esprimono pieno sostegno all’operato dei caschi blu. Durante la visita, l’alto delegato britannico, ha anche effettuato una ricognizione sulla blue line, centro di gravità del mandato di Unifil, con ulteriori approfondimenti per i quali il generale Del Col ha sottolineato l’importanza nel mantenere la stabilità lungo questa linea di demarcazione, mettendo in evidenza come la presenza dei peacekeeper lungo i 120 chilometri sia stata fondamentale per aiutare le parti a ridurre le tensioni ed evitare potenziali escalation che avrebbero potuto compromettere la cessazione delle ostilità. Al termine della visita il generale britannico è rientrato a Beirut persuaso dell'importanza della costante cooperazione tra i peacekeeper di Unifil e le forze armate libanesi. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE