MESSICO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Messico: covid, superati i 18 milioni di vaccini ricevuti

Città del Messico, 16 apr 20:28 - (Agenzia Nova) - Con lo sbarco di nuove dosi di vaccini della Pfizer, il Messico ha superato oggi i 18 milioni di prodotti utili a contrastare la diffusione dei contagi da nuovo coronavirus. L'ultimo carico, pari a 328.575 dosi, è atterrato oggi all'aeroporto internazionale di Città del Messico. In totale, il paese nordamericano ha ricevuto 18 milioni 216 mila e 925 dosi di vaccino. Ad oggi le autorità sanitarie messicane hanno concesso l'uso in emergenza di sei vaccini contro il nuovo coronavirus: quello prodotto da Pfizer e BionNtech, il russo Sputnik V, i prodotti cinesi di CanSino e SinoVac e l'inidiano Covaxin. A questi va aggiunto il farmaco sviluppato dall'Università di Oxford e AstraZeneca. Grazie a un accordo stretto l'estate scorsa, quest'ultimo vaccino viene prodotto e confezionato nel laboratorio messicano di Liomont, usando il principio attivo elaborato in Argentina presso l'istituto biotecnologico mAbxience (Gruppo Insud). Da qui, il vaccino AstraZeneca dovrà essere distribuito nel resto della regione, eccezion fatta per il Brasile che ha gettato le basi per una sua produzione autonoma. Un ritardo nella produzione ha però spinto il Messico a chiedere e ottenere 2,7 milioni di dosi di AstraZeneca dagli Usa, paese che ancora non ne ha autorizzato l'uso. (segue) (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE