DIFESA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Difesa: Marina militare, fregata Rizzo nel golfo di Guinea per contrasto a pirateria (4)

Roma , 24 feb 18:21 - (Agenzia Nova) - L’apertura del teatro operativo del Golfo di Guinea è stata decisa dall’autorità politica in base a comprovate esigenze di prevenzione e contrasto della pirateria marittima, peraltro verificabili su fonti aperte relativamente al trend in crescita del livello di pericolosità dell’area e delle correlate statistiche di attacchi di pirateria marittima. Il Golfo di Guinea è infatti internazionalmente considerato molto pericoloso per numero di attacchi e incidenti di pirateria ai danni delle imbarcazioni e degli equipaggi in transito. Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu, con risoluzione n. 2039 (2012), ha espresso profonda preoccupazione per la minaccia che la pirateria nel Golfo di Guinea rappresenta per la navigazione internazionale ed ha sollecitato gli Stati ad adottare efficaci misure per contrastarle. Inoltre, secondo il “Rapporto annuale sulla pirateria 2020”, pubblicato dall’International Maritime Bureau (IMB) Piracy Reporting Center (divisione specializzata della Camera di commercio internazionale e focal point nella lotta contro tutti i tipi di criminalità marittima), il 90 per cento dei rapimenti di marinai registrati a livello mondiale si è verificato nel Golfo di Guinea. Ciò ha seriamente compromesso l’attività mercantile del Cluster marittimo nazionale nell’area, dove si concentrano importanti interessi commerciali ed energetici italiani (si consideri che la Nigeria è, dopo il Sudafrica, il secondo mercato di destinazione delle merci italiane in questa macroregione). (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE