MALESIA

 
 

Malesia: 400 milioni di dollari di evasione, istanza di fallimento per l’ex premier Najib

Kuala Lumpur, 07 apr 09:55 - (Agenzia Nova) - Un’istanza di fallimento è stata notificata all’ex primo ministro della Malesia, Najib Razak, ritenuto responsabile di evasione fiscale per oltre 400 milioni di dollari. Lo riporta il quotidiano online “South China Morning Post”, edito a Hong Kong. Sul capo di Najib pendono già decine di capi di imputazione per corruzione e riciclaggio di danaro, relativi alla presunta sottrazione di miliardi di dollari dal fondo sovrano da lui co-fondato, 1Malaysia Development Berhad. L’ex premier, sconfitto alle elezioni del 2018, ha negato qualsiasi illecito. Lo scorso anno un tribunale malesiano ha condannato Najib al pagamento di circa 410 milioni di dollari di tasse non pagate accumulate tra il 2011 e il 2017, incluse penalità e interessi. Su un post pubblicato su Facebook ieri, poco dopo un’udienza del processo nei suoi confronti, l’ex premier ha reso noto di aver ricevuto istanza di fallimento dai funzionari del fisco, aggiungendo di ritenere che tale mossa sia legata alla decisione del suo partito, l’Organizzazione nazionale dei malesi uniti (Umno), di interrompere la collaborazione con il primo ministro Muhyiddin Yassin in vista delle prossime elezioni. Se dovesse essere ritenuto colpevole di bancarotta fraudolenta, Najib perderebbe il suo seggio in parlamento e non potrebbe candidarsi alle consultazioni. Sebbene non sia più leader dell’Umno, Najib continua a godere di una certa popolarità in Malesia e mantiene una presenza attiva sui social media, in particolare su Facebook dove è seguito da oltre 4 milioni di utenti, più di qualsiasi altro politico malesiano. (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE