REPUBBLICA CENTRAFRICANA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Repubblica Centrafricana: forze governative riprendono il controllo della città di Kaga-Bandoro (2)

Bangui, 12 apr 11:45 - (Agenzia Nova) - La scorsa settimana il movimento Unità per la pace in Repubblica Centrafricana (Upc), uno dei gruppi armati più potenti nel Paese, ha annunciato il ritiro dalla coalizione Cpc, il cui principale obiettivo è quello di di rovesciare il presidente in carica Faustin-Archange Touadera. Lo ha dichiarato il leader del gruppo, Ali Darassa Mahamat, in una nota manoscritta che non è per il momento stata autenticata dalle autorità. "Il generale dell'esercito Ali Darassa Mahamat e i suoi ufficiali sono impegnati a ritirarsi dalla Coalizione dei patrioti per il cambiamento", si legge nel testo firmato da Darassa Mahamat, nel quale si sottolinea che "dall'inizio della crisi elettorale, la popolazione soffre amaramente l'insicurezza, la situazione sanitaria, la carestia e la mancanza di accesso all'assistenza umanitaria”. Attraverso la dichiarazione, l'Upc "ribadisce il suo impegno per il processo dell'Accordo di Khartum", l'accordo di pace firmato nel febbraio 2019 tra il governo e 14 gruppi armati. L'annuncio dell'Upc - che ha partecipato ad alcune delle battaglie più violente contro le forze filogovernative e le forze di pace della Missione delle Nazioni Unite nella Repubblica Centrafricana (Minusca) – è avvenuto a pochi giorni dalla morte del leader del gruppo armato ribelle noto come Movimento 3R, Abbas Sidiki, deceduto in seguito alle ferite riportate in uno scontro a fuoco con l'esercito avvenuto il mese scorso nella città di Bossembele. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE