USA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Usa: l’area clintoniana spinge per rendere Washington DC uno Stato e alterare l’assetto costituzionale (3)

New York, 16 apr 15:22 - (Agenzia Nova) - Norton è al secondo tentativo: già lo scorso anno la Camera dei rappresentanti aveva approvato un simile disegno di legge che, tuttavia, aveva successivamente trovato strada sbarrata in un Senato controllato dai repubblicani. Questi ultimi considerano la questione particolarmente delicata. Gli elettori di Washington DC, infatti, sono pesantemente schierati a favore del Partito democratico. Basti pensare che alle presidenziali dello scorso anno il 92 per cento dei residenti ha votato per Joe Biden contro l’uscente Donald Trump. Se la proposta democratica dovesse passare, il Distretto di Columbia avrebbe la possibilità di eleggere due senatori il cui voto potrebbe pesare molto quando, come nel biennio in corso, gli equilibri alla camera alta del Congresso si reggono sul filo. È tuttavia la Costituzione, nell’articolo 1 sezione 8, a prevedere che Washington DC non abbia il rango di Stato. Secondo l’ex presidente James Madison, tra i principali autori della Costituzione, si tratta di una “indispensabile necessità”: i padri fondatori temevano che i membri del governo avrebbero potuto essere influenzati dalle autorità al potere nella capitale. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE