USA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Usa: l’area clintoniana spinge per rendere Washington DC uno Stato e alterare l’assetto costituzionale (5)

New York, 16 apr 15:22 - (Agenzia Nova) - L’impressione è che l’area che fa capo a Clinton e Pelosi stia spingendo per approfittare della congiuntura politica favorevole (con i dem che almeno fino al 2022 controlleranno sia la Camera che il Senato, seppure in quest’ultimo caso con lo scarto di un solo voto sui repubblicani) per assicurare al Partito democratico un vantaggio difficilmente reversibile nelle future competizioni elettorali. I repubblicani, dall’altra parte, rispondono con una campagna nazionale volta a restringere l’accesso al voto per le minoranze: in Georgia, in Texas, in Arizona e in diversi altri Stati del Sud sono state approvate o proposte riforme che rendono ai membri della comunità afroamericana (che tende a votare democratico) più difficile l’iscrizione ai registri elettorali. A pagare le spese di questo scenario progressivamente polarizzato è l’amministrazione Biden, che sta invece cercando – spesso invano - di coinvolgere i leader repubblicani su diversi dossier strategici per il futuro del Paese: dal piano infrastrutture al rilancio dell’industria, passando per il contenimento della Cina e per tutte le più scottanti questioni di politica estera. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE