POLONIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Polonia: portavoce governo, diplomatici russi espulsi erano "minaccia per il Paese"

Varsavia, 16 apr 15:56 - (Agenzia Nova) - I tre diplomatici russi dichiarati ieri dalla Polonia "personae non gratae" erano "una minaccia per il Paese". Lo ha detto oggi Stanislaw Zaryn, portavoce del ministro coordinatore per i servizi speciali, ripreso dal portale "Onet". I tre diplomatici russi in Polonia hanno preso parte ad attività che vanno al di là di quanto previsto dallo status diplomatico. "Da quanto determinato dall'Agenzia di sicurezza interna (Abw) risulta che queste persone avessero legami in corso con i servizi speciali della Federazione russa e pertanto la loro permanenza nel territorio polacco rappresentava una reale minaccia agli interessi del Paese", ha detto il portavoce. L'Abw continua a "monitorare i pericoli legati alle attività aggressive della Russia", incluse "le attività dei diplomatici che oltrepassano la sfera delle loro funzioni", ha continuato. (segue) (Vap)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE